Perché lì?

Storia

Chi ci sposa? Va bene ve lo diciamo...

MOS.it

marriage official site

Fra Nicola, oltre ad essere un frate francescano conventuale, un prezioso amico, un sacerdote “illuminato”, un assistente degli scout, un attore e regista teatrale, un incoercibile creativo, un’esplosione di vita con l’accento veneto, è il nostro “accompagnatore” verso il matrimonio, e siccome si prende la responsabilità di supportare e benedire questa nostra scelta, possiamo dire che è davvero prezioso: vale tanto oro quanto pesa (e non pesa poco!).

Siccome “abitualmente” presta la sua opera nella parrocchia dei Frari di Venezia, è stato provvidenzialmente il “parroco” di Afra durante l’università. Poi da cosa nasce cosa…

 

 

 

Piacenza Basilica

di Sant’Antonino ore 17.00

Basilica di Sant’Antonino

             ricorrenze

 

 

indietro

 

Come arrivare

Uscita dell’autostrada PC-sud su A1 o PC-est su A21. Seguire le indicazioni centro, arrivati ad una grande rotonda in fase di realizzazione (Piazzale la Lupa, la lupa è al centro non potete non vederla) svoltate a sinistra alla terza uscita. All’incrocio successivo tenete la destra (stradone Farnese); dritto e appena prima del semaforo sulla sinistra troverete un grande parcheggio (cavallerizza). Poi vedi mappa.

 

 

 

Sant’Antonino è da sempre la parrocchia di Giovanni, ed è la comunità in cui vogliamo continuare a “crescere” anche come coppia. Oltre ad ospitare il gruppo scout Piacenza 1, questa basilica è per noi un luogo importante, perché qui abbiamo condiviso momenti forti e significativi.

Vogliamo perciò ringraziare anche da queste pagine sul web il buon Don Gabriele: sincero, semplice e concreto esempio di adesione ai valori del Vangelo, che ci ha accompagnato e osservato amorevolmente in questi mesi di preparazione al grande passo.

 

 

 

La basilica di Sant'Antonino, patrono della città, è uno straordinario esempio di arte romanica, tra i più singolari, per la sua complessità iconografica. E’ caratterizzata da una grossa torre ottagonale, costruzione unica in Europa poiché presenta finestre bifore su tutti gli otto lati. Antica basilica paleocristiana, fu voluta da san Vittore, il primo vescovo della città, intorno al 350 e fu ultimata nel 375. Ebbe il ruolo di cattedrale tra il IV e il IX secolo e tuttora conserva le reliquie di Antonino, legionario che fu martirizzato nei pressi di Travo, in Val Trebbia. Quasi del tutto distrutta durante le invasioni barbariche, venne ricostruita nel 1014, e più volte rimaneggiata. Nel 1450 fu prolungato il transetto sinistro con un atrio, detto "Porta del Paradiso", formato da uno slanciato arco ogivale sormontato da un rosone e ornato di pinnacoli. A lato vi è un chiostro edificato nel tardo Quattrocento, ove recentemente è possibile incontrare gli scout del Piacenza 1 intenti nelle loro attività. Tra i dipinti e gli affreschi, sono da menzionare quelli del presbiterio, opera di Camillo Gervasetti (1622). Nel 1183 tale Basilica ospitò i delegati della Lega Lombarda e l'imperatore Federico Barbarossa che vi si riunirono per firmare i preliminari della pace di Costanza. Nel 1976, presso il fonte battesimale posto vicino all’ingresso, fu battezzato il famoso neonato Mistraletti, per la precisione con il nome di GIOVANNI.

 

 

 

 

Afra & Giovanni si sposano

Fra Nicola

16 luglio 2006

Non conosci la città di Piacenza!?

Nessun problema, potrai pianificare il tuo percorso su www.tuttocitta.it, oppure clicca sul link sottostante per visualizzare la mappa!

 

Clicca qui!

Ecco in foto Nicola..beh ora non possiamo proprio dirvi tutto, dovete capire voi quale è Nicola dei 2!